Sono in visita a Sydney subito dopo aver esplorato Melbourne e Cairns, pertanto già mi sono fatto un’idea su quello che l’Australia ha da offrire… ma commetto un errore di pregiudizio: infatti Sydney ha un aspetto molto più europeo delle altre due ed ospita 4 milioni e mezzo di abitanti senza darne però l’impressione.

Sydney è situata sul mare della Tasmania a Sud-est del paese ed offre degli spettacoli per i quali vale assolutamente la pena prendere un volo per raggiungerla.



Inizio la mia visita di Sydney con il “pezzo forte”, ossia il Sydney Opera House. Trattasi di uno dei maggiori trionfi architettonici ed ingegneristici a livello mondiale, costruito nel 1973; osservato da lontano, sembra formato da una serie di vele spiegate al vento. In questo teatro vengono messi in scena migliaia di spettacoli e concerti ogni anno. E’ possibile visitare l’edificio del Sydney Opera House e persino sposarcisi. Io mi sono premunito online di biglietto per uno show comico e quindi mi gusto il teatro in qualità di spettatore.

Visitare Sydney - Opera House

Visitare Sydney – Opera House

Mi dirigo verso la mia seconda tappa, il Luna Park. Questo però non è un parco giochi di moderna concezione, ma antico, la cui data di fondazione risale al 1935 e che è rimasto al suo stato originale. Il Luna Park offre anche specialità culinarie, concerti, magnifici panorami e, ovviamente, numerose attrazioni. L’entrata del parco è costituita da un faccione gigante conosciuto come The Face ed ogni anno è varcata da circa un milione di visitatori.

Visitare Sydney - Luna Park

Visitare Sydney – Luna Park

Tramite bus raggiungo poi il Museo Nazionale Marittimo d’Australia, situato in prossimità del celebre Porto di Darling, che offre numerose esposizioni a testimonianza del rapporto che gli australiani hanno con il mare. Da non perdere sono senza dubbio i numerosi tipi di barche, vascelli ed altri oggetti nautici.

Per gli amanti dell’acqua, ecco un altro sito da non trascurare: il Santuario Acquatico di Manly, che ospita diversi tipi di specie animali marine. Di tanto in tanto si vedono sirene nuotare nelle vasche e per i più coraggiosi è possibile nuotare con gli squali!

Per il giorno seguente mi riservo la visita della spiaggia di Bondi (nota per i locali come Bondi Beach), che non è solo una delle spiagge più quotate in Australia, ma addirittura in tutto il mondo, soprattutto per i surfisti. Qui si trovano molti ristoranti eccellenti, ma anche casinò, alberghi e piste di pattinaggio a bordo spiaggia.

Visitare Sydney - Bondi Beach

Visitare Sydney – Bondi Beach

Nel pomeriggio tardo decido di fare una visita all’Aqua Golf di Penrith, che nonostante sia un’attrazione minore, mi hanno detto essere molto originale. Qui tutti i percorsi e le buche galleggiano sull’acqua. Nel caso si voglia fare una partita, il club mette a disposizione mazze e palline a noleggio.

Il giorno seguente lo inizio con una visita allo spettacolare Circular Quay, ossia la parte maggiormente gettonata del Porto di Sydney, e anche quella più carica di significato storico. Il miglior modo per visitare il Circular Quay è senza dubbio una mini crociera, che nel mio caso dura poco più di un’ora e che mi porta in giro per tutta la baia ad un costo irrisorio.

Continuo poi con l’Harbour Bridge, uno dei maggiori monumenti della città dal 1932. L’arco metallico del ponte, che è stato costruito in 8 anni, connette i porti nord e sud di Sydney. Dal 1998, sullo stesso ponte è possibile scalare i piloni ed arrivare in cima, impresa ardua ma non impossibile anche per i meno allenati.

Visitare Sydney - Harbour Bridge

Visitare Sydney – Harbour Bridge

Visitare Sydney - Harbour Bridge

Visitare Sydney – Harbour Bridge

Nel pomeriggio mi reco a Chinatown, che offre la possibilità di assaggiare dell’ottimo cibo orientale, ospita festival tipici e consente di acquistare oggetti d’arte e spezie di alta qualità.

Infine termino la mia visita della città con la Sydney Tower Eye, che offre il miglior panorama possibile dell’intero agglomerato urbano (ed oltre) ed è qui che mi delizio con una cena a base di pietanze locali, quali stufato di canguro, spezzatino di struzzo e polpette di coccodrillo, nello splendido ristorante a piattaforma roteante in cima: assolutamente da non perdere.

Sydney Tower Eye

Sydney Tower Eye

Viaggio a Sydney – Australia | 24-26 Aprile 2013

Raffaele Pilla

Farmacista, dottorato in Fisiologia a Parigi, giornalista pubblicista. Postdoc su due grant di ricerca: US Navy Office of Naval Research e Divers Alert Network a Tampa, USA. Oggi sono Farmacista presso Fatebenefratelli di Benevento e Ricercatore presso l’Università di Salerno. Partecipo a missioni umanitarie mediche.