Questa estate le vacanze le organizzo diversamente: decido di spezzarle in due viaggi, uno più lungo negli Emirati Arabi e uno più breve ad Helsinki, in Scandinavia, ed in questo articolo vi parlerò di quest’ultima esperienza.

A viaggiare con me c’è la mia amica Mabel, colombiana di origini, ma francese di adozione. Durante il mio anno di dottorato a Parigi, ci eravamo detti tante volte che saremmo andati a visitare insieme i Paesi scandinavi, ma poi non siamo mai riusciti ad organizzarci.

Perché fare un viaggio ad Helsinki

Tra le mete papabili, scegliamo la capitale della Finlandia, Helsinki, nota come una delle città più gradevoli d’Europa.

Con una popolazione di appena mezzo milione e numerosi edifici dall’architettura Art Nouveau, la città è una capitale a misura d’uomo che si riesce a visitare tranquillamente a piedi. Tuttavia, sia io che Mabel siamo consapevoli che una delle ragioni principali per le quali siamo qui è la gastronomia. Infatti, leggiamo che Helsinki offre alcuni piatti tradizionali incredibilmente saporiti, mercati alimentari locali spettacolari e numerosi ristoranti innovativi.

E finalmente arriva il giorno della partenza: io e Mabel ci imbarchiamo da Roma Fiumicino su un volo diretto per Helsinki.

Cosa mangiare ad Helsinki

Il Ravintola Aino di Helsinki

Il Ravintola Aino di Helsinki

Arriviamo in città che è poco prima di pranzo, ma non avendo fatto colazione, abbiamo un certo appetito. Ci fermiamo subito a mangiare un piatto tipico, la renna.

Dalla notte dei tempi la renna, insieme a pesce, bacche e selvaggina, è stato un ingrediente di base della gastronomia tradizionale finlandese, che dobbiamo ammettere essere deliziosa! Di sicuro bisogna aspettarsi di spendere un po’, ma ne varrà di sicuro la pena!

La nostra meta è il Ravintola Aino, dove servono solo piatti tradizionali, alcuni dei quali sono rivisitati in chiave moderna. Il resto della giornata lo passiamo a girovagare per il centro.

Il giorno dopo altro pranzo finlandese: ci fermiamo in uno dei mercati della città per gustare una deliziosa zuppa tipica. La mangiamo da Soppakeittio, che ha diverse succursali in tutta Helsinki.

Cosa vedere ad Helsinki

La fortezza marittima di Suomenlinna

La fortezza marittima di Suomenlinna

La fortezza marittima di Suomenlinna

Il giorno dopo lo dedichiamo alla visita della fortezza marittima di Suomenlinna, patrimonio mondiale dell’UNESCO, e visitabile tranquillamente in un giorno. Trattasi di una fortezza marina, ossia una sorta di sottomarino nel quale poter entrare… assolutamente da non perdere!

La fortezza fu costruita nel 1750 dagli svedesi (che all’epoca occupavano la Finlandia) per difendersi contro i russi. Nonostante le difese, i russi si impadronirono del forte all’inizio del XIX secolo e restò nelle loro mani fino al 1917, quando la Finlandia divenne un Paese indipendente.

La fortezza marittima di Suomenlinna si trova su un’isola accessibile tramite ferry, aperta al pubblico nel 1973. Sulla stessa isola troviamo diversi atelier, un centro d’arte, un teatro a cielo aperto e anche un sottomarino!

Il centro storico di Helsinki

Il quartiere Katajanokka di Helsinki

Il quartiere Katajanokka di Helsinki

La mattina seguente iniziamo la nostra visita del centro storico di Helsinki. Siamo ad agosto e devo dire che le temperature qui sono davvero miti; inoltre le strade non sono affollate, sono pulite e ricche di begli edifici.

La stragrande maggioranza di essi (circa 600), ossia la quasi totalità del quartiere Katajanokka sono stati costruiti all’inizio del XX secolo in stile Art Nouveau. L’interpretazione finlandese di questo stile fa si che le abitazioni assomiglino a fortezze tinta pastello e siano decorate in modo sorprendentemente complesso (finestre scolpite, porte ornate, ecc.).

La Piazza del Senato di Helsinki

La Piazza del Senato di Helsinki

La Piazza del Senato di Helsinki

Tappa successiva: la piazza del Senato, ossia una delle aree più antiche della città.

La Piazza del Senato di Helsinki è protetta da alcuni degli edifici più significativi, come la sede centrale dell’Università di Helsinki, il Palazzo del Governo e la Cattedrale Luterana (un edificio che assomiglia ad una torta di matrimonio gigante!).

Al centro della piazza notiamo la statua di Alessandro II, diventato il simbolo della resistenza durante il regno dello Zar Nicola II, all’inizio del XX secolo. Oggigiorno, la piazza del Senato ospita numerosi concerti ed eventi. Ne approfittiamo per rilassarci un po’ e poi ripartiamo.

Il Design Museum di Helsinki

Ci consigliano di visitare il Design Museum di Helsinki, poiché gli scandinavi sono famosi per il loro design. Questa visita ci permette di scoprire come la loro abilità si sia evoluta nel tempo: il museo espone mobili, abiti, ceramiche e prodotti in vetro prodotti nazionalmente negli ultimi 100 anni.

Sempre sotto consiglio, dopo la visita al museo ci fermiamo al famoso negozio Artek, in fondo alla strada. Verrebbe voglia di acquistare tutto, ma i prezzi particolarmente alti ci fanno cambiare idea.

L’Hotel Katajanokka di Helsinki

L’Hotel Katajanokka di Helsinki

L’Hotel Katajanokka di Helsinki

Nella prima parte della serata andiamo ad esplorare l’Hotel Katajanokka, che fino al 2002 era una prigione!

L’edificio fu acquisito dalla catena Best Western e le celle dei prigionieri furono fuse per creare delle spaziose stanze (che sono adesso 2-3 volte più grandi delle celle di partenza). A parte queste modifiche, le decorazioni della prigione sono rimaste le stesse: le stanze hanno enormi porte metalliche e persino il portico d’ingresso, all’epoca sorvegliato dai guardiani, è rimasto lo stesso. Sembrerebbe che le mura spesse isolino efficientemente dal rumore esterno.

Il Restaurant Day di Helsinki, evento culinario mondiale

Io e Mabel abbiamo la fortuna di capitare qui durante uno dei 4 eventi annuali del Restaurant Day.

La storia che ci raccontano è che tempo addietro tre giovani (Antti Tuomola, Olli Sirén e Timo Santala), frustrati dall’insormontabile burocrazia che li attanagliava per aprire il loro ristorante, introdussero il concetto di Ristorante Effimero.

Da li si è sviluppato il Restaurant Day, la cui prima edizione ebbe luogo il 21 maggio 2011 e vide aprire ben 45 ristoranti effimeri. Da allora il concetto ha assunto risvolti ancora diversi e si stima che al momento oltre un milione di clienti vi avrà già consumato un pasto.

Il Restaurant Day si svolge nei maggiori centri finlandesi ed è sempre stato promosso sin dalla sua nascita. Consiste nel preparare e servire tapas e altri generi di street food sul portapacchi di una bici o una pizza cotta nel forno privato di un’abitazione. Forse uno degli eventi di maggior significato dal punto di vista culinario!

Infine, un’altra visita che ci consigliano tutti è quella a Tallinn, in Estonia. Infatti basta prendere un ferry che in meno di due ore e mezza collega i porti di Helsinki e Tallinn. Noi ci andiamo per due giorni e due notti, ma di questa escursione parlerò in un altro articolo.

Scheda articolo
La Scandinavia a portata di mano: alla scoperta di Helsinki!
Nome dell'articolo
La Scandinavia a portata di mano: alla scoperta di Helsinki!
Descrizione
Il nostro racconto di viaggio di Helsinki, capitale della Finlandia, una delle città più gradevoli d'Europa.
Autore
Publisher Name
3onTrip
Publisher Logo