L’Italia è una penisola circondata da una serie infinita di isole e isolette. Chi è amante del mare, della natura e dell’avventura sicuramente rimarrà affascinato dalla bellezza di queste isole circondate dal mare cristallino e ricche di bellezze paesaggistiche e culturali.

Tra di esse, troviamo l’isola di Capraia: un’isola di dimensioni non molto grandi facente parte dell’Arcipelago Toscano.

Isola di Capraia - Paese in lontananza

Isola di Capraia – Paese in lontananza [Ph. © islepark.it]

Per raggiungerla, trovandosi a metà tra la costa italiana e la Corsica, si può prendere il traghetto Toremar da Livorno e in sole tre ore di navigazione si giungerà all’isola di Capraia.

Un aspetto molto interessante di quest’isola è il fatto di essere un po’ isolata dal turismo di massa: questo fa sì che le persone che si recano a Capraia possano rilassarsi e divertirsi evitando l’affollamento di turisti.

Isola di Capraia – Cala Rossa

Isola di Capraia – Cala Rossa [Ph. © islepark.it]

Quando si arriva in quest’isola, si nota da subito un paesaggio davvero meraviglioso: le barche a vela, le case colorate lungo tutto il molo, la natura incontaminata che scende a picco sul mare e le meravigliose sfumature dell’acqua cristallina che circonda l’isola.

Capraia fa parte del Parco dell’Arcipelago Toscano ed è divenuta oggi l’unica isola del Mar Mediterraneo al 100% in quanto ad energia rinnovabile e in grande sviluppo per quanto riguarda il settore della sostenibilità.

Le spiagge di sabbia, però, sono quasi del tutto assenti da quest’isola che è per lo più composta da scogli, scogliere, calette e sentieri. Diventa quindi una meta ideale per chi ama fare trekking e nuotare tra le meravigliose calette che circondano l’isola, poco frequentate e con un mare davvero incantevole.

Gli abitanti dell’isola di Capraia si concentrano in due zone che corrispondono al porto e al paese. Questi due centri abitati sono collegati tra loro da una strada asfaltata di circa 800 metri e percorribile con mezzi pubblici e privati.

I sentieri, che percorrono tutta la parte non abitata del luogo (e quindi gran parte dell’isola), consentono di trascorrere intere giornate a piedi raggiungendo punti più lontani dell’isola come la punta del Trattoio e punta dello Zenobito, la parte più meridionale di Capraia. I punti meno conosciuti e meno frequentati sono solitamente luoghi di grande bellezza, dove il fascino di un tempo rimane integro offrendo paesaggi mozzafiato e bellezze dove il tempo sembra essersi fermato.

Fare trekking a Capraia significa essere amante della natura incontaminata e del verde, del mare e di tutto ciò che la natura ha da offrire rifiutando per un attimo il comfort e le comodità che spesso si ricercano quando si è in vacanza.

Isola di Capraia - Panoramica porto

Isola di Capraia – Panoramica porto [Ph. © islepark.it]

Un aspetto molto importante da considerare, quando si decide di fare trekking nell’isola di Capraia, è la mancanza di ombra: proprio per questo motivo è sconsigliato farlo nei mesi più caldi dell’anno come luglio ed agosto, quando vale davvero la pena godersi appieno lo splendido mare.

L’isola di Capraia è una vera e propria perla nel cuore del Mar Mediterraneo, che ha da offrire molto ai suoi turisti sia in ambito marittimo che paesaggistico.